Aprire in franchising una enoteca

enoteca in franchising

Aprire in franchising una enoteca

Le enoteche in franchising sono una bella realtà presente in quasi tutte le maggiori città italiane. Negli ultimi dieci anni il mercato del vino ha registrato incrementi notevoli, dovuto anche al fatto che per molti è diventata una routine, fermarsi alla fine dell’orario di lavoro a prendere un bicchiere di vino e a socializzare. Per questo molte enoteche si sono attrezzate offrendo calici di vino con stuzzichini.

Ma quanto costa aprire una enoteca in franchising?

I costi per aprire una enoteca in franchising possono variare da circa 10.000 euro fino a 50.000 euro dipende dalla tipologia e dal marchio che si desidera scegliere. Una enoteca specializzata nella vendita di vino sfuso parte da un costo di circa 10.000 euro, una enoteca-wine bar può costare anche 50.000 euro. Oltre al costo di apertura occorre mettere in preventivo i costi per ottenere il SAB ( somministrazione alimenti e bevante) necessario per ottenere la licenza, costi per gli allacciamenti alle varie utenze, costi per apertura partita IVA.

Requisiti per aprire in franchising una enoteca

Per aprire in franchising una enoteca non sono richiesti particolari requisiti, in quanto è compito del franchisor offrire all’affiliato la formazione necessaria alla gestione dell’enoteca. Anche se non è strettamente necessaria, sarebbe buona cosa che chi decide di avviare questa tipo di attività abbia la passione e la conoscenza del vino.

Il franchising di vini sfusi è l’ideale per chi desidera mettersi in proprio, investendo cifre moderate, e senza avere molte conoscenze in questo campo. Con 9.970 oltre a IVA e alla prima fornitura di vino ( altri 2000-2500 euro) c’è un brand che da l’opportunità di aprire una magnifica enoteca specializzata nella vendita di vino sfuso. Nessuna royalties o fee d’ingresso e dopo un anno, a discrezione dell’affiliato, quest’ultimo può decidere di acquistare il vino da altri fornitori. Una bella novità in franchising, in quanto sono gli unici a proporre un contratto di questo tipo. (Per maggiori informazioni clicca qui).

Enoteca in franchising a soli 9970
Enoteca in franchising a soli 9970

Per incrementare le vendite, sopratutto di chi passa a bere un calice di vino, è utile essere strutturati per offrire il vino , soprattutto il bianco frizzante, refrigerato. Questo è possibile abbinando alle spine per la mescita del vino dei refrigeratori.

Il vino viene fornito dai produttori in due modalità diverse, con bag in box o in fusti. I bag in box sono dei contenitori di cartone al cui interno c’è una sacca che contiene il vino. Questi tipi di contenitori sono molto utilizzati per la sicurezza nel confezionamento, per la conservazione, per il trasporto. Inoltre sono molto pratici in quanto una volta finito il vino vanno gettati, a differenza dei fusti che devono essere restituiti, e prima di essere riempiti e rimessi in commercio devono essere puliti.

Location ideale

Per individuare la location ideale occorre avere bene in testa quello che si vuole fare. Se il business sarà principalmente il wine-bar occorre trovare un locale di medie dimensione in centro città o vicino ad uffici o a zone ad alto traffico veicolare e pedonale. Se invece si desidera concentrarsi principalmente nella vendita di vino sfuso, la location ideale è fronte strada, in zone sono di passaggio pedonale e veicolare ( no zone ztl) e con dei parcheggi nelle immediate vicinanze. In questo caso può bastare un locale di 15 mq

Per maggiori informazioni sui migliori brand di enoteche in franchising clicca qui.

,,,,,,,,,,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *