Crearsi un lavoro con i distributori automatici

Il settore dei distributori automatici in franchising è ideale per chi decide di aprire in franchising  una attività in proprio senza dover dedicare molto tempo.

Alcune aziende mettono a disposizione dei propri affiliati software in grado di avvisare quando un prodotto sta finendo. In questo modo non occorre andare a ripristinare le scorte ogni giorno.

Ci sono diversi formule imprenditoriali di distributori automatici in franchising si parte dal caffè , le bibite , snack , gelati, surgelati, parafarmaci , prodotti per adulti, prodotti per la pulizia delle auto, latte, prodotti sfusi, detersivi e altro.

Chi apre questo tipo di attività in franchising può installare i propri distributori in diversi punti strategici. Occorre fare molta attenzione a dove vengono posizionati. I distributori si bevande e snack sono indicati nei centri storici, nelle scuole, nelle grosse aziende, nei centri commerciali. I sexy shop 24H vanno posizionati in zone completamente diverse. Evitare assolutamente di posizionarli nelle immediate vicinanze di scuole e luoghi di culto. Meglio se vengono posizionati in zone di periferia ma con un alto traffico veicolare. Per ogni tipologia di prodotti va studiato il giusto posizionamento.

A volte vengono offerte dalla casa madre in comodato d’uso gratuito in base anche alle condizioni espresse nel contratto franchising o devono essere acquistati. Gli investimenti richiesti per avviare un’attività di  franchising di distribuzione automatica sono molto diversi a seconda dalla tecnologia utilizzata. Si possono trovare sul mercato distributori con poche migliaia di euro e distributori che costano oltre i 10.000€. Prima di decidere è bene andare a vedere le differenze. A volte conviene spendere di più ma avere un prodotto all’avanguardia che può durare molti anni. In qualsiasi caso l’investimento fatto viene ammortizzato nel giro di un paio d’anni.

Caratteristiche:

Un buon distributore deve avere dei vetri antisfondamento ed essere blindato. Inoltre deve essere costruito per poter durare molti anni anche all’esterno e in condizioni ambientali estreme. Assolutamente da tenere in considerazione il sistema di illuminazione dei prodotti all’interno dei distributori. Quelli dell’ultima generazione usano dei led a basso consumo che permettono un risparmio energetico fino a quattro volte a confronto dei sistemi tradizionali. Questi distributori costano di più inizialmente ma hanno dei costi di gestione molto più bassi che fanno recuperare la maggiore spesa iniziale già dal primo anno.

,,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *