Conto vendita in franchising

Aprire in franchising un conto vendita è molto vantaggioso per l’affiliato, in quanto la casa madre si impegna a ritirare la merce invenduta facendosi pagare solo quella realmente venduta. In questo modo per l’affiliato diventa più semplice la gestione del magazzino con la conseguenza di potersi dedicare completamente alla vendita dei prodotti . Di solito il conto vendita è offerto da marchi importanti che possono permettersi di ritirare la merce invenduta. Nonostante sia una formula molto vantaggiosa occorre fare ugualmente molta attenzione alle varie clausole.

Ma come funziona un conto vendita?


Il conto vendita avviene quando il franchisor proprietario di beni consegna all’affiliato tali beni per la loro vendita. L’affiliato, una volta entrato in possesso degli articoli deve esporli e venderli. Di quanto incassato, una parte andrà alla casa madre per pagare la merce e una parte rimane all’affiliato come suo guadagno.

Quali sono le differenza fra il franchising conto vendita e altri tipi di approvvigionamento?

Nel conto vendita:

  • si paga solo la merce venduta e si restituisce quella invenduta

  • non ci sono rimanenze di fine stagione

  • completo assortimento degli articoli proposti dal franchisor senza preoccupazioni che possano poi rimanere invenduti

Di solito il conto vendita viene proposto da aziende operanti nel settore abbigliamento, intimo, accessori, scarpe

Conto vendita però non è sinonimo di franchising a costo zero. Gli investimenti da fare ci sono e si riferiscono all’arredamento che a volte costa di più della merce, alle varie utenze, alle tre mensilità che di solito vengono lasciate al proprietario del locale come cauzione, all’eventuale provvigione per l’agenzia immobiliare che ci ha trovato il locale. Inoltre

bisogna mettere in preventivo i costi per la fidejussione bancaria che il franchisor generalmente richiede Ogni contratto di franchising fa storia a sé e bisogna leggere bene le clausole del contratto stando stare attenti alla presenza o meno di clausole “fastidiose”, come quella che impedisce all’affiliato di scegliere gli articoli da vendere, di gestirne le vendite, il riassortimento, la politica delle promozioni eccetera.

,,,,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *